fbpx

Nulla l’assunzione e la progressione di carriera nelle società a totale partecipazione pubblica che gestiscono servizi pubblici  in assenza di procedura concorsuale

Con la sentenza n. 780/2019 la Corte di Appello di Catania, aderendo alla giurisprudenza del Consiglio di Stato e della Corte di Cassazione, e ricostruendone i passaggi nella parte motiva della pronuncia, annulla la promozione di un dipendente di una società in house perché avvenuta senza procedura concorsuale.

L’atto di assunzione o di promozione nullo genera responsabilità erariale a carico degli amministratori e dei dipendenti della società pubblica, e radica la giurisdizione della magistratura contabile, ai sensi dell’art. 12, comma 1 TUSP, qualora il rapporto della società con i soci pubblici sia strutturato con la modalità dell’ ”in house”.

 

Condividi su:

Lascia un commento

Tutti i campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori